Logo ristorante
ristorante la piazza

La Piazza dei Mestieri


La piazza dei mestieriTe la trovi davanti alla cima di una piccola salita, ti si apre luminosa la corte quadrata della Piazza dei Mestieri, nel cuore del quartiere San Donato, le cui pietre raccontano storie di oltre 2 secoli.

I 7000 mq in puro stile liberty sono stati fabbrica e opificio, per poi trasformarsi in progetti e socialità. I portoni che nell’800 accoglievano gli operai e i lavoranti si aprono oggi a un plotone di studenti, oltre 500 giovanissimi avviati a un mestiere direttamente dai maestri della migliore tradizione culinaria e artigianale piemontese.

La Piazza dei Mestieri è prima di tutto un progetto che crea il futuro dei ragazzi, fatto di aule per le nozioni, laboratori per sperimentare, spazi condivisi per crescere: entrano allievi, ne escono cuochi, barman, cioccolatieri, pasticcieri, panettieri e grafici.

Dalla formazione alla tavola, ci si ritrova pochi metri più in là: alle tavolate del Birrificio, dove il luppolo ambrato porta i nomi di Chagall e Renoir. Un capolavoro a misura di boccale.

Ma basta alzare gli occhi alla terrazza per incontrare l’alta cucina: al Ristorante laPiazza, il frutto del lavoro artigiano si trasforma in arte nel piatto. Merito della creatività dello chef Maurizio Camilli, unita all’accoglienza di Olga in sala.

La Piazza dei Mestieri è didattica condita con cuore ed estro.
E’ birra viva, pane casereccio, grissini piemontesi, cioccolato artigianale.
E’ musica d’estate, è sapore di pescato.
La Piazza è il bello che si fa buono.

 
 
 

Contribuiamo insieme al bene comune

In ottemperanza al nuovo Decreto del Presidente del Consiglio, inerente le misure di prevenzione per contenere la diffusione del Covid-19, il Ristorante La Piazza resterà chiuso. Condividiamo pienamente questa difficile scelta a tutela della salute di tutti i cittadini.

Confidiamo tuttavia di rivederci presto per pranzo o a cena, vi faremo sedere al vostro tavolo preferito, vi racconteremo il menu del giorno, le storie dei nostri piatti e vi proporremo, come al solito, i nostri migliori vini o le birre artigianali della Piazza.

Ci scambieremo un sorriso e parleremo di come siano stati brutti quei giorni in cui i locali erano chiusi e le strade deserte. Saremo felici di stare di nuovo insieme. Perché una delle cose che ci tiene uniti, oltre all'amore per la cucina, è il piacere e la gioia di condividere la vita. Vi aspettiamo.