Logo ristorante
ristorante la piazza

Press



Dalla “GuidaCriticaGolosa 2011″, di Paolo Massobrio – Club di Papillon

(…)E’ luogo ideale per una cena di lavoro, nella sala riservata (che pochi locali hanno), oppure in quella sala ampia, con le vetrate che danno su una terrazza (…).
La carta dei vini è originale e coraggiosa senza bisogno delle griffe e le materie prime ricercate confermano che siamo in un rapporto al prezzo tra i migliori della città.
Tra i piatti che più ci hanno colpito la ormai mitica carne battuta di fassone a volte interpretata con l’azzardo del cioccolato, le capesante croccanti in crema di patate al cipollotto e tartufo nero. L’ottima insalata di faraona e foie gras al melograno e frutti di bosco, la ghiotta zuppa di fagioli di Saluggia con gamberi al sale.

Dalla guida “I Ristoranti d’Italia 2011″, le Guide de L’Espresso

La Piazza è scuola di saperi gastronomici, laboratorio di cioccolato, microbirrificio, con annessa birreria e ristorante. Quest’ultimo è in crescita e i piatti dell’interessante carta hanno meno incertezze del passato. Gustose le lasagnette con gamberi e verdure, come le carni o il pescato del giorno. Discreta la carta dei vini. Si termina con golosi dolci e con un conto sui quaranta euro”.

Da “Gamberorosso.it”

L’originalità del progetto è proprio in questo mettere insieme scuola e formazione, lavoro e produttività. Alla Piazza si producono birra e cioccolato, venduti poi in tutta Italia attraverso i negozi esclusivi di Eataly e la capillare catena Coop. Si cucina e si serve in tavola nel Ristorante “La Piazza”, oggi completamente ripensato negli arredi e nel menù ispirato a una cucina tipicamente mediterranea, che accosta però a cibi tradizionali piatti creativi, abbinando, per esempio, la birra a piatti di alta cucina.



 
Post a Comment